Mi colpisce sempre, quando leggo il brano di Matteo nella liturgia dell’Ascensione, il suo focus sugli Undici, puntuali all’appuntamento sul monte di Galilea indicato dal Risorto. Nel momento in cui lo vedono lo riconoscono Signore, tanto da adorarlo, ma nello stesso tempo dubitano. Come è possibile?

Negli apostoli vedo la mia fede “in cammino”, fatta di slanci e di timori, di luci e di ombre; prendo coscienza del bene che desidero ma anche del limite e fragilità che sperimento. Gesù mi sorprende sempre: il dubbio non è ostacolo alla missione che affida agli apostoli prima di tornare al Padre, alla fiducia che ripone in loro – e in me, in noi – nell’inviarli a testimoniare, ad annunciare, a “fare discepoli tutti i popoli”.

Sì, anch’io sperimento che la mia fede si rafforza quando la comunico, quando nella mia debolezza conto sulla presenza di Gesù che assicura: “Io sono con voi tutti i giorni…”

Credi che Gesù ti dà fiducia anche quando ti senti dubbioso, debole, inadeguato?

(Mt 28,16-20)

suor Paola Cover

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy